panettone_1

Il dolce leggendario per eccellenza : sua maestà il PANETTONE

Tra poche settimane sarà Natale e le nostre tavole si imbandiranno di cibi e piatti tradizionali, per questo durante il corso di questi giorni, nella sezione del mio   Blog “Flavia food” ripercorrerò le tradizioni culinarie della mia terra (la Sicilia) e non solo, cercherò di fare un breve excursus culinario che percorra altre regioni d’Italia.

 

Inizierò da quella che è una trazione dolciaria lombarda ma che considero una tradizione tipica ormai di tutto il Paese e non solo, infatti, nel corso del tempo si è affermato come tradizione dolciaria anche all’Estero diventando il RE delle tavole natalizie.

 

Ovviamente sto parlando   del PANETTONE.

 

 

La nascita del panettone, come vi anticipavo, è di fattura lombarda sulle origini della ricetta vi sono delle leggende.

 

La prima riguarda un tale Messer Ulivo degli Atellani, che innamoratosi della figlia di un fornaio (Algisa) si fede assumere dal padre di lei come garzone del forno. Per incrementare le vendite inventò un nuovo dolce. Con la migliore farina del mulino impastò le uova, il burro e l’uva sultanina, poi lo infornò e proprio da questo impasto nacque un dolce che da subito ebbe un’enorme successo.

 

La seconda leggenda, abbandona la verve romantica della prima   e cede il posto a qualcosa di più storico . Narra, infatti, che al cuoco a servizio di Ludovico il Moro fu incaricato di preparare il pranzo di Natale al quale era invitata tutta la nobiltà di Milano e dintorni . Purtroppo però, nella frenesia della preparazione il dolce, essendo stato dimenticato nel forno, si carbonizzò. E fu cosi che un piccolo sguattero di nome “Toni” propose una sua soluzione al cuoco. Prese ciò che era rimasto in dispensa: farina, burro, uova, della scorza di cedro e qualche uvetta e infornò il composto. A palazzo, dopo averlo assaggio l’entusiasmo pervase il Duca   ed i suoi commensali che incuriosi chiesero al cuoco il nome della prelibatezza appena servita ed lui rispose “Pan del Toni” da ciò il nome Panettone.

 

Queste sono solo le più accreditate di alcune delle tante leggende ideate tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento per nobilitare il vanto della gastronomia milanese.

 

La realtà storiche fanno risalire più saldamente la vera nascita del panettone al   Medioevo. Periodo nel quale si usava mangiare per Natale un pane   ricco, diverso da quello che si consumava tutti i giorni. Proprio da questo pane evolvendosi nacque il panettone fino a   diventare la ricetta che conosciamo anche noi. Ad esempiol’utilizzo del lievito è da ricollegarsi solo al 1853 e quello dei canditi è del 1854.

 

Fino al 1900 anche la forma era diversa , il panettone era dunque solo un grosso pane da tagliare il giorno di Natale.

Fu nel 1920 che Angelo Motta (fondatore dell’omonima azienda alimentare) decidette di fasciarlo con carta di paglia per dargli uno slancio verticale, da questa idea si sviluppò il panettone-fungo, che divenne   formato leader, per molti anni, nella produzione industriale.

 

Il Panettone, realizzato artigianalmente o industrialmente con i più vari tipi di farine, impasti   e farciture è uno dei dolci che da secoli accompagna i Natali di tutti noi. Non ricordo Natale o anche periodo natalizio senza le calorie del panettone, e vista la sua storica anzi no, leggendaria fama sono sicura che la sua produzione resisterà ancora nel tempo.

Flavia

2fc47140ce38ba8b3b4da0ada9850b51--december-tumblr-hello-december-quotes

Le DIECI cose da avere o REGALARE nel mese di Dicembre…

Cari lettori, come avrete letto negli altri articoli della mia rubrica “LE DIECI COSE DA AVERE O FARE NEL MESE DI …” nei primi giorni di ogni mese cerco per voi le novità riguardanti look, make-up, serie TV e libri e ve le comunico.

ESCLUSIVAMENTE per questo mese, però, essendo il mese di Natale ho pensato di cambiare un pò l’impostazione della mia  rubrica, infatti scriverò le dieci cose che secondo le mie ricerche sono le più cool da avere o da regalare per le festività natalizie, così per davi qualche spunto durante lo shopping delle festività.

  1.   Che siate vanitose o meno o che vogliate far sognare le vostre fidanzate questo è l’accessorio ideale, da usare durante le festività ma anche dopo lo trovate sul sito della Mac che vi linko ed insieme a questo splendidi potrete trovare tanti altri rossetti da regalare o regalarvi https://www.maccosmetics.it/collections-holiday 
  2.  Se invece non conoscete bene i gusti dell’altra o altro o non volete rischiare di regalare qualcosa che non piaccia un ottimo regalo è la carta sephora acquistabile sul sito http://www.sephora.it/Carta-Regalo/Carta-Regalo-Sephora/P33209;jsessionid=DCFE4E8DC29A018F7235E863EFD53FA9.wfr2e   o nei punti vendita sephora. Le carte hanno dei vari budget che vanno dai 20 agli 80 euro.
  3.  Se volete rilassarvi e farvi coccolare oppure far coccolare qualcuno una soluzione validissima che consiglio sempre sono dei buoni in qualche centro estetico. Uno che vi consiglio e che si trova nella mia città altamente valido è l’Hammam del quale vi lascio il sito così che possiate vedere il generi di trattamento che fanno ed i prezzi https://hammam.pa.it/it .
  4.  Uno dei trend della stagione sono i profumi personalizzati per donna o uomo, prodotti da negozietti che in genere si trovano ovunque e che accostano le fragranze, spesso senza l’utilizzo di alcool, che piacciono di più per un Natale all’insegna della personalità e dello stile.
  5.  Sono le borse del momento, le O Bag mini Disney, componibili come tutte le O Bag normali ma piccoline da portare fuori la sera e particolari perchè create in collaborazione con la Disney. Un tocco di style, insomma, per le donne che seppur cresciute non vogliono abbandonare il loro lato fiabesco , ecco dove potrete trovarla.https://www.obag.it/disney.html
  6.  Per l’uomo che si vuole coprire ma con stile questo è il giusto accessorio prodotto da Bershka, economico ed elegante. Vi lascio il sito dove potrete trovarlo https://www.bershka.com/it/uomo/novit%C3%A0/regali-per-lui/regali-per-il-freddo/sciarpa-a-quadri-c1010259510p101169017.html?LGWCODE=08529877600I2017%3B124425%3B7533&colorId=600&gclid=CjwKCAiA3o7RBRBfEiwAZMtSCTSe7ahidhWGwcXFxkFuaJcTonHE09jt2deCpGZh_YmiC_GdKJCc7hoCeZcQAvD_BwE
  7.  Se il vostrobugget varia e volete regalare qualcosa la cui cifra vari dai 50 fino ad i 500 euro ma non sapete cosa ed avete paura di prendere l’accessorio o il vestito sbagliato, una delle soluzioni più trendy potrebbe essere la card Rinascente, tutte le informazioni le troverete sul sito https://www.rinascente.it/rinascente/it/giftcard/
  8.  Se invece siete sportivi o dovete fare un regalo ad uno sportivo o sportiva  all’interno del sito decathlon potrete trovare sconti, buono regali ma sopratutto le consegne sino al 24 dicembre sono gratuite, visitate il sito.https://www.decathlon.it/
  9.  Se invece la vostra soluzione è quella golosa, all’interno degli store della lindt potete trovare ogni tipo di leccornia, inoltre sul sito vi indirizzano negli store presenti nelle vostre città http://www.lindt.it/  
  10.  Se invece volete far regali ad i bambini, regalarvi qualcosa per la casa o altro una soluzione economica e simpatica è Tiger lo trovate in ogni città e vi darà la possibilità di acquistare regalini economici ma particolari vi linko il sito così potrete trovare il punto vendita più vicino a voi.https://it.flyingtiger.com/

Spero che le mie idee vi piacciano fatemi sapere e buono shopping natalizio.

 

Flavia Gioia

21248EED-33B9-4285-B3B1-A0D0508429BD

Il vermouth dell’Unità

                               È la storia che si intreccia nella storia, quella dell’azienda torinese Cinzano, leader nella produzione di bevande alcoliche.

A dare vita a questo successo mondiale furono i campi di Pecetto Torinese (paesino in provincia di Torino) del diciottesimo secolo, dai quali nacque la produzione di rosolio(liquore tratto da petali di rosa).

La produzione al pubblico, nacque in un confettificio sito  al centro di Torino, in via Dora Grossa (attuale via Garibaldi ).

La produzione e storia della Cinzano si intrecciano con quella reale, poiché i prodotti conquistarono la Casata Reale, tanto da diventarne fornitori ufficiali. E pian piano insediandosi nel mercato italiano tanto da diventarne leader nel settore.

Proprio per questo, il marchio Cinzano è simbolo dell’Italia che diventa Nazione.

Adeguata è  dunque la sede che ospita la mostra Cinzano a Palazzo Carignano (prima sede del parlamento italiano) a Torino, dove si possono trovare ancora per qualche mese le prime campagne pubblicitarie del brand, che lo hanno reso famoso.

Il tricolore che abbraccia il Made in Italy.

FLAVIA

 

IMG_1844

Raiganj Australia

Qual è, secondo voi, l’accessorio più bello che una donna può indossare??? Ma la sua borsa….

Io personalmente, come ogni donna credo, ne ho tantissime e tutte diverse.

Per questo sono stata molto contenta di collaborare con Raiganj Australia, che mi ha dato la possibilità di provare la sua cluch.

Io ne ho scelto una blu con doppia cerniera dorata.

La borsa presente due cerniere quella davanti che però è divisa in scomparti, comoda perchè ti da la possibilità di non portare i portafogli in quanto alcuni scomparti hanno la cerniera e possono sostituire un portafoglio. All’interno di questa prima apertura vi è anche un gancio nel quale si possono inserire le chiavi, per chi come me non trova mai le chiavi di casa.

La seconda apertura, invece, contiene una cerniera unica nella quale si può mettere di tutto. All’estreno chiaramente vi è una tracolla da mano per reggerla collegata alla “busta” della borsa da un gancio sempre color oro.

Ho scelto un cluch perchè l’utilizzo che ne posso fare è vario, la si può usare dalla mattina alla sera. I due scomparti la rendono pratica ed il colore la rende più giornaliera se indossata con un jeans ed una maglia o più elegante se abbinata ad un vestitino che magari ne richiama il meraviglioso colore.

Inutile dirvi che nella mia hit parade delle borse questa è la prima in classifica e per questo ve la consiglio e vi  allego l’indirizzo del sito, magari ne trovate altre che vi piacciono ancora di più(Basta cliccare sul blu) https://raiganj.com.au/ 

 

IMG_1833

BENEFIT INTEGRATORI…

Cari lettori, oggi vorrei parlarvi della mia collaborazione con l’azienda italiana Benefit.

 

L’azienda produce integratori e cibi naturali per la cura del benessere e dell’estetica. Nasce nel 1996 ed a sede a Torino, sin dai primi tempo si avvale della collaborazione dei più quotati ricercatori e delle principali Università, per fornire sperimentazioni innovative e specializzate. Eì presente sul mercato nazionale ma anche su quello internazionale con reti di vendita nei settori delle: Farmacie, Parafarmacie, Erboristerie e Spa.

 

Le linee di prodotti sono vaste, e vengono incontro ad ogni esigenza, proprio per questo all’interno del sito si può trovare una pagina dedicata al cliente che si chiama “parla con l’esperto” all’interno della quale tutti i clienti posso comunicare tramite mail con un’esperto che chiarirà qualsiasi tipo di dubbio.

 

I prodotti che io o provato personalmente sono :

 

CELLUL DEFEND URTO: integratore gluten free, come del resto la maggior parte dei prodotti, Benefit, utile per i drenaggio dei liquidi corporei. La formula di questo integratore è con estratti vegetali purissimi coma la   bomelina ricavata dal gambo dell’ananas che favorisce la riduzione dei tessuti infiammati, azione anti-edematosa, azione drenante. L’ippocarmo che favorisce la naturale azione vascocostruttrice, benefica azione sul microcircolo, azione riparatrice sui tessuti. Il meliloto che favorisce il ritorno venoso e linfatico. La modalità di assunzione è semplice due compresse al giorno, a stomaco vuoto ed accompagnata da un bicchiere d’acqua. La durata del trattamento è di 90 giorni, i risultati sono duraturi e il trattamento va ripetuto almeno 90 giorni ogni anno. Chiaramente, non essendo un prodotto magico, i risultasti sono più efficaci e duraturi se accompagnati da sport e un’alimentazione corretta.

 

SENOFORM URTO : integratore gluten free, utile per l’attenimento di un seno grande, grosso e sodo.Il prodotto è ottenuto da ingredienti naturali, ed al contrario dei composti chimici no fa ingrassare o trattiene liquidi. E’ efficace giaàdal primo mese dove si possono notare i benefici. E’ consigliabile procedere 5 mesi con il trattamento, e va ripetuto una volta all’anno per la durata di 90 giorni. Due compresse al giorno, da deglutire senza acqua a stomaco vuoto.

 

FLAT GOLD PANCIA PIATTA: integratore alimentare lenisce i gonfiori addominali e gli aumenti del girovita, dovuti ad un’eccesiva produzione di gas dovute a molti fattori, come lo stress o un’alimentazione squilibrata. A modalità di assunzione è semplice una compressa all’inizio o durante i pasti princiali ( max due compresse al giorno).

 

DRENANTE 5D: il drenante, innanzitutto, diversamente dagli altri integratori non è in compresse ma liquido e favorisce il drenaggio dei liquidi gli ingredienti sono innovativi e naturali. Se ne deve assumere un misurino (che sarà dato in dotazione con il drenante) diluito con un abbondante bicchiere d’acqua due volte al giorno, il procedimento va ripetuto due volte al giorno dopo i pasti. In alternativa, però il dosaggio può essere modificato riponendo in una bottiglia da 1 litro due otre misurini di prodotto e consumandolo per tutta la giornata.

All’interno del sito Benefit , sul quale potrete accedere direttamente cliccando qua, avete l’opportunità di provare un campione gratutito del drenante 5D  ,www.benefit.it   

240_F_78773170_57gtGDr1OKHXCb4kFT5zAyYEO3YRfESa

Il cannolo Siciliano crocevia di tradizioni

Entrando in una pasticceria Siciliana, una delle prelibatezza che colpisce all’occhio e poi al palato è il famosissimo cannolo. Dolce tipico, per l’appunto della Sicilia, ma che con il tempo è riuscito a conquistare tutto lo Stivale e non solo. Infatti, è uno dei dolci con il quale si identifica all’estero  tutta la pasticceria italiana.

Siamo abituati a vederlo e mangiarlo ma quasi nessuno conosce l’origine e la storia di questa prelibatezza.

Sulla nascita del cannolo vi sono tante leggende, di certo si può sostenere che la storia di questo dolce sia facilmente riconducibile alla ricca storia culturale siciliana.

L’unica certezza è che fosse un dolce tipico del periodo di carnevale, infatti, secondo un’antica leggenda il nome potrebbe essere attribuibile ad uno scherzo carnevalesco che consisteva nel far fuoriuscire dal “cannolo” ovvero rubinetto  la crema di ricotta al posto dell’acqua.

Anche se vi è un’altra variante di pensiero che attribuisce il nome alle canne da fiume nelle quali la  cialda veniva arrotolata fino a poco tempo fa.

Si narra, che la produzione vera e propria sia attribuibile  alle donne dell’Harem del castello delle donne del signore sito in quel che oggi è il comune di   Caltanisetta. In realtà sembrerebbe che queste donne si ispirassero ad un dolce di origine romana.

Le concubine  di questo harem durante l’assenza dei loro uomini, per ingannare l’attesa, si dedicavano alla preparazione di cibi e dunque  rielaborarono la  ricetta latina, cambiando   forma  al dolce e creandone una vagamente fallica, omaggio per i loro compagni.

 

Successivamente con la fine del dominio arabo scomparvero anche gli harem ma qualche donna rimasta, convertitasi alla fede cristiana, si  ritirò nei monasteri nisseni portando con se varie ricette e tra queste vi era quella del cannolo. Ed è per questo che che  dopo un iter così elaborato si attribuisce   la ricetta del cannolo, odierna,  alle suore di un convento di clausura nei pressi di Caltanisetta.

Il cannolo, dunque non è un dolce qualunque,  è l’insieme dei sapori, e della cultura che è approdata nel corso della storia  sulla nostra bella isola.

Flavia

IMG_1872

BRONX COLORS – URBAN COSMETICS

                                                                                                                                                                                                                La Bronx Colors- Urban Cosmetics, è un’azienda estera di cosmetici.

Viene incontro ad ogni donna proponendo vari colri di make-up.

A me hanno inviato una scatola contenente:

Una spugna rosa per mettere il fondotinta o la BB -creme, molto pratica. La forma dalla base larga e tonda e dalla punta sottile permette una stesura dei prodotti perfetta, riesce a coprire ed arrivare in ogni punto del viso in maniera pratica ed è utile se si volesse ridifinire con maggiore prodotto la base make-up.

Una palette in latta che sulla parte superiore ha un piccolo specchietto. I colori sono bellissimi, vanno da marrone al begie ed oro quattro inoltre sono glitterati mentre due sono tenui.

Un eyleiner nero a due punta. Una punta è classica, per stendere l’eyleiner per altro è dura e ne permette una perfetta stesura (e se ve lo dico io dovete crederci perchè in genere sono un disastro). L’altra punta invece è uno stampino nero a forma di cuoricino e potete usarlo dove volete avrete l’impressione di avere un piccolo tattoo su ogni parte del corpo.

Infine mi hanno mandato una tinta labbra, color nature intinta con la palette adatta ad un trucco giornaliero ma anche serale. Si stende con un pennellino sembra quasi un gloss ma dopo qualche minuto si asciuga e rimane stesa sulle labbra fino a quando non ci si strucca. Ottima da portare in ogni occasione della giornata.

Vi allego l’indirizzo mail info@bronxcolors.com  e quello del sito dove potete trovare tutti i prodotti www.bronxcolors.com ( basta cliccare qui e si apre il sito)

Flavia

211266-Hello-November-Photography-Quote

Le DIECI cose da fare o avere a NOVEMBRE…

E per la rubrica  “Le 10 cose da fare o avere a Novembre” ecco le mie proposte per questo mese.

MAKE- UP:

  •  Il trend di questo inverno sono i rossetti satinati. Per dare glitter alle labbra e spiccare anche con un make up nature. I colori più trendy della stagione spaziano dal tradizionale rosso  al blu elettrico e nero, tonalità  più decise e particolare ma immancabili per un make alla moda .

  Molti di noi no ci pensano ma la pelle sopratutto durante l’imbrunire della temperature ha bisogno di nutrimento anche quando ci strucchiamo ecco perchè per il mese di Novembre, ma in realtà per la durata di tutto l’inverno consiglio lo struccante bifasico. Basta agitare il prodotto, metterne un pò in un batuffolo di cotone, passarlo sul viso ed il gioco è  fatto.  Nutre e deterge da ogni traccia di make up lasciando la pelle libera di “respirare”.

OUTFIT:

  •  Che siano maglioni, jeans, cappelli, felpe non importa. L’importante è che abbiano le perline. Ogni brand dal più costoso al più economico ha prodotto i propri capi decorati ed arricchiti da perline, per essere semplici ma eleganti e glamour allo stesso tempo.

 Che siate uomini o donne non fa alcuna differenza, la coppola siciliana è il must di questo autunno e per questo molti marchi l’hanno svecchiata, proponendone varianti in tessuti  colori del tutto nuovi  particolari, per far abbracciare la tradizione a quella che è l’innovazione.

SERIE TV:

  •  Dal 17 Novembre su Sky Atlantic ritornano le vicende della “famiglia” camorrista più vista e seguita d’Italia, I SAVASTANO. Nuovi complotti, inimicizie e amori tra i quartieri della malfamata Scampia.

 Uscita in italia ( su Netflix) il 3 Novembre, Alias Grace è una serie americana  che racconta la storia vera di una cameriera,  imprigionata per l’omicidio del suo datore di lavoro. Grace non ricorda nulla di quanto accaduto anche se le prove sono schiaccianti, e cerca di recuperare la memoria per liberarsi dall’accusa.

FILM:

  •   Il 30 Novembre ritorna sul grande schermo la banda di professori più divertenti e pericolosi del cinema.  Li avevamo lasciati nella loro ultima missione, ma ritornano per salare “l’umanità” dal più cattivo di sempre Walter Mercurio pronto a fare una strage.
  •  Uscito già il 1 Novembre per la regia di Federico Moccia, “Non c’è campo” racconta la storia di una scolaresca finita in viaggio in un paesino pugliese dove i telefoni non funzionano e si troveranno a vivere emozioni nuove ed inaspettate mai provate perchè offuscati dalla tecnologia e dall’uso sconsiderato dello  smartphone.

LIBRI:

  •  Uscito qualche giorno fa Il nuovo libro di Alessandro D’avenia “Ogni storia è una storia d’amore”, è un’intreccio di storie d’amore realmente accadute a donne di uomini celebri ma difficili d’amare come quella di Alma Reville sposata con Hitchock. Avvicinare i giovani al sapere ed alla lettura incuriosendoli pare essere anche in questo romanzo l’intento dello scrittore che già aveva dato prova di questa sua intenzione nel precedente romanzo “l’arte di essere fragile”
  •  Quando tutto inizia è il nuovo romanzo dello scrittore Fabio Volo. Racconta  la nascita  di un amore, quello  tra Silvia e Gabriele, i due protagonisti. Il loro è un amore forte ed intenso e quando sono insieme la vita sembra non esistere. Fino a quando qualcosa non si incrina e non cominciano ad affacciarsi i dubbi e le domande, che ognuno di noi, in fondo si pone, nel corso di una relazione.

 

Spero che le idee che vi ho proposto per questo mese vi piacciano, fatemi sapere se ne proverete qualcuna e cosa ne pensate.

Flavia

 

18119192_950664155068859_8030270715401139989_n

La grinta dei Red Cobra: l’hockey in carrozzina

Passione, dedizione e sacrificio, la formula magica che muove l’associazione sportiva ASD Red Cobra Palermo.

 

Red Cobra è un’associazione sportiva di hockey in carrozzina, nata nel 2001 a Palermo. Gli atleti che ne fanno parte sono  affetti quasi tutti da distrofia muscolare o da altre   patologie spesso degenerative che li costringono a rimanere in carrozzella, non avendo molta forza muscolare.

Ecco uno dei motivi che li ha fatti puntare sull’hockey, sport non molto diffuso, ma che dà la possibilità, con il minore degli sforzi, di poter  giocare. La loro squadra  è mista, poiché comprende una quota femminile.

Si identificano in un cobra rosso. E come il serpente, in campo attaccano le loro prede (gli avversari) con la fermezza e l’eleganza che li contraddistinguono, mantenendo sempre il rispetto per le regole del gioco. Vivono ogni match con passione infatti, come si comprende dal nome, il  colore  che li caratterizza è il rosso .

Per loro l’importante è vincere come titola il cortometraggio uscito tempo fa che li vede protagonisti   “Red Cobra l’importante è vincere”. Non puntano alla vittoria in maniera altezzosa o cattiva, come si potrebbe pensare, ma lo fanno con grinta ed onestà. La vittoria  è un traguardo importante  che come ogni buon sportivo ci insegna,  sprona a riconoscere e a superare i propri limiti. Nel loro caso vincere è ancora più importante perché li carica a far di più anche nella vita di  tutti giorni, e a non arrendersi  mai  nella battaglia più dura, quella contro la loro malattia.

I Red Cobra sono l’esempio del significato dello sport, non solo per  l’hockey in carrozzina  ma per tutte le altre discipline.

Si allenano  con costanza e dedizione (due volte a settimana ), ed affrontano spese non indifferenti, spesso non finanziate adeguatamente, solo per entrare in quel campo, e sentire la gioia di giocare.

 

Sentendo le testimonianze del capitano Giovanni D’aiuto e del difensore  Gaetano Consiglio si capisce come questo sport e questa squadra siano stati in grado di cambiare le loro vite. Gli  occhi   luccicano nel raccontare con fierezza  il loro percorso sportivo.  Fanno comprendere, a chi come me ha avuto l’onore di ascoltarli per la prima volta,  come questo sport, poco conosciuto e forse poco apprezzato dalle istruzioni, abbia donato loro  la voglia e la gioia di vivere.

Andare ad una loro partita, è un tumulto di emozioni. Si percepisce la magia dello sport, puro e pulito. La voglia di essere squadra in tutto nonostante spesso si fatichi a giocare perché mancano le forze.

 

Dagli spalti si sentono urla d’ incitazione e sostegno per ogni azione compiuta o ogni punto segnato. Il clima che regna è allegro e pieno di vita, tanto da trasportate anche gli spettatori e far vivere  un’ora di spensieratezza ed emozione.

 

 

Su facebook trovate la loro pagina io ve la linko qui https://www.facebook.com/redcobrapa/ (vi basta cliccarci sopra )

 

 

 

Flavia Gioia

IMG_1430 (1)

Le Carose

Cari lettori, oggi vorrei raccontarvi della mia collaborazione con il marchio Le Carose.

 

Probabilmente molti di voi avranno già visto qualche mia foto con i loro prodotti. Ma oggi, nel dettaglio vi spiegherò chi sono e cosa producono.

 

Conoscevo Le Carose grazie   ad un loro prodotto molto particolare, le collane con le bamboline, davvero un must per le appassionate di accessori particolari.

 

Collaborando con loro e cercando informazioni su questa azienda ho scoperto delle cose che devo dire mi hanno alquanto entusiasmata. Innanzitutto Le Carose è un’azienda 100% italiana, pugliese per la precisione. Nasce come brand femminile il cui intento è quello di far sentire ogni donna importante e diversa dalle altre. La loro produzione infatti è vasta, passano dalle collane, bracciali, orologi alle   t-shirt e borse. Mantenendo sempre quel tocco di originalità capace di soddisfare tutte le donne, dalla più elegante alla sportiva ma con una cura minuziosa dei dettagli e dei materiali che ha fatto si che questa azienda sia   un orgoglio del mercato italiano.

 

Più in dettaglio vi racconto cosa ho provato.

 

A me hanno mandato una scatola, molto carina, che conteneva due prodotti. Una collana ed un bracciale.

 

La collana appartiene alla collezione My Dream Luxury. Lunga 80 cm, in bronzo bagno galvanico argento con dei ciondolini girocollo rappresentanti una pietra semipreziosa rosa, una chiave in smalto rosa, una bambolina simbolo del marchio Le Carose, un cornetto ed una coccinella brillantati sempre in rosa. Il ciondolo più grande, che sta in mezzo a questi piccoli ciondoli, rappresenta un diario di 5 cm rivestito in simil pelle rosa con lucchetto a forma di cuore sempre color rosa e cinturino marchiato Le Carose. Il diario si apre in due parti da un lato vi è una scritta “ i sogni sono le ali della libertà”, dall’altra vi è un cartonato rosa glitterato dove vi è scritto” dream” che fa da copertina interna a dei foglietti sui quali si può scrivere.

 

Il bracciale appartiene alla collezione “Secret”. E’ un bracciale rigido regolabile, in bronzo bagno galvanico in oro con incisione Le Carose. Ha due lati in uno vi è come una chiave e nell’altro vi è come una fessura a forma di nuvoletta che rappresenta una serratura adatta a custodire i sogni.

 

 

Insomma Le Caroe non lascia   nulla al caso. Credo che questa collana e bracciale siano accessori indicati per tutte le donne, perché ne rispecchiano l’essenza stessa. Siamo particolari ,enigmatiche, a volte scaramantiche ma con dei sogni ed un mondo interiore così segreto che se aperto genera libertà.

 

 

 

Vi consiglio di fare un giro sul loro sito , www.lecarose.com (potete cliccare ed accedervi) dove ho scoperto che la produzione si è allargata agli uomini ma anche alle piccoli sognatrici, le bambine.

Flavia

logo white

Copyright A.C. 2017 © All Rights Reserved