L’antica storia del pane…

Cari lettori, come state ?? Spero tutto bene, è da molto che non scrivo una delle mie curiosità e per questo mi scuso con voi ma i miei mille progetti mi hanno preso più tempo del previsto.

 

Adesso sono ritornata e voglio farlo con una storia su un cibo che è alla portata di tutte le nostre tavole ed alimentazioni, lo consumiamo ogni giorno, ma in pochi ne conoscono l’origine.

 

Mi riferisco al PANE.

 

Indagando, ho scoperto l’iter che ha percorso per arrivare fino a noi.

 

Tutto partì dalla notte dei tempi quando degli uomini primitivi dopo aver triturato dei   cereali tra delle pietre li mischiavano con dell’acqua per ottenere una pappa che era molto nutriente.

 

In seguito, anche le famiglie egiziane più abbienti davano alle serve il compito di macinare i chicchi di cereali, impastarli ed infornarli.

 

Con il tempo anche la cottura si modificò e si preferì   l’utilizzo dei vasi in creta che venivano riscaldati col fuoco.

 

Anche l’introduzione del lievito nell’impasto è datata. Ebbe origine dalla goffaggine di une serva che per caso ne fece cadere un po’ all’interno dell’impasto.

 

Questo “incidente” diede vita ad una nuova ricetta più morbida e gustosa e soprattutto fece svoltare la storia del pane che da allora prese tutta un’altra consistenza.

 

L’arrivo del lievito nella ricetta fece cambiare anche i forni che furono modificati e realizzati con due camere.

 

Anche i Greci diedero il loro contributo, iniziarono ad aromatizzare il pane aggiungendovi latte aromatizzato con   erbe, vino o miele. Impastato e cotto   la notte così che al mattino potesse già essere pronto.

 

In Italia, la tecnica della panificazione deriva prettamente dalla tradizione che i romani ci hanno tramandato, incrementarono nell’impasto altri prodotti per insaporire la pietanza.

 

Sempre dei romani, anche se per la prima volta fu usata dai francesi, idearono il mulino ad acqua.

 

Nell’ottocento fu la volta dei fertilizzanti chimici che permisero di avere più cereali da coltivare e si potette così incrementare la produzione di pane, che quel momento divenne quasi industriale.

 

 

Dunque, possiamo dire che quello che ogni giorno accompagna i nostri pasti è frutto di una crocevia di popolazioni.

E della società umana che   dalla preistoria ad oggi si è evoluta ha cambiato usanze e si è innovata , ma che alla fine ha mantenuto lo stesso gusto per quell’unico alimento che ci unirà sempre tutti, il pane.

Flavia

Leave a comment



furtdso linopv

4 mesi ago

you have a great blog here! would you like to make some invite posts on my blog?

logo white

Copyright A.C. 2017 © All Rights Reserved